Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


che ne pensate?
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Liguria Nazione
Inviato il: Sabato, 30-Ago-2008, 03:01
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 330
Utente Nr: 42
Iscritto il: 09-Lug-2007



Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


anche il sud tirolo vuole andarsene dall'itaglia....ormai è un continuo....fidatevi che il giocattolo si sta rompendo da solo...dobbiamo solo avere fiducia e pazienza

la cosa più divertente sono i commenti degli itagliani sotto l'articolo
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


a proposito non credete che dobbiamo cominciare a farci conoscere anche in questo tipo di discussione, cosi cominciamo un po a far vedere ai tricolori che nn siamo come loro?
 
PMEmail Poster
Top
 
zeneize
Inviato il: Sabato, 30-Ago-2008, 20:08
Quote Post


Allievo Indipendentista
****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 228
Utente Nr: 4
Iscritto il: 21-Giu-2007



Ci sono alcune cose "molto belle" in molti commenti critici all'articolo:

1) non si riconosce al popolo del Sud Tirolo (perchè è così che loro preferiscono veder chiamata la loro terra) il diritto a decidere del proprio futuro: italiani sono, e, secondo molti, italiani devono restare in eterno. E chi se ne frega se i sudtirolesi sono d'accordo! (ah beh, poi, gli stessi che la pensano così, magari mettono fuori dalla finestra le bandierine tibetane ... evviva la coerenza!)

2) si citano le persone morte nella Grande Guerra "per portare l'Alto Adige in Italia": a parte il rispetto che voglio tributare a TUTTI i morti in TUTTE le guerre e di TUTTI gli eserciti, forse questi signori dimenticano che il Sud Tirolo appartiene all'Italia in quanto bottino per una guerra vinta, e non per libera scelta dei sudtirolesi: infatti, se voi fate un giro nel Sud Tirolo, troverete molte città e paesi che con varie targhe commemorano i loro morti nella Grande Guerra, tutti morti NELL'ESERCITO AUSTRIACO!!!

3) C'è chi rimprovera i sudtirolesi dicendo che criticano l'Italia ma prendono i soldi dei turisti italiani: consiglio a chi valuta i diritti politici in tale modo di non andare MAI in vacanza, diciamo, in Inghilterra, o in Spagna, o negli Stati Uniti, o (guarda, guarda!) in Cina, per non portare loro soldi italiani e per punirli di non aver mai chiesto di essere annessi all'Italia!



 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
navegna
Inviato il: Giovedì, 30-Dic-2010, 13:14
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Viviamo oggi, con la gente di oggi, non serve assolutamente criticare un coetaneo per i misfatti del bis bis nonno, ma se un'ingiustizia storica viene tenuta viva, allora la critica diventa d'obligo.
L'indipendenza può funzionare e sarebbe probabilmente una buona soluzione, specialmente se si arriva ad un 'unione pacifica di indipendenti, amici fra di loro.
Trattare un territorio ed un popolo come merce é un comportamento inaccettabile, ieri come oggi, ma un atto violento non può essere cancellato con un'ulteriore violenza, ma col riscatto della propria cultura locale ed il pieno rispetto per il vicino.
saluti
 
PMEmail Poster
Top
 
lucaMS
Inviato il: Venerdì, 22-Apr-2011, 10:50
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 12
Utente Nr: 291
Iscritto il: 21-Apr-2011



BOLZANO. Il governo italiano condanna le affermazioni - «provocatorie ed irresponsabili» - di alcuni esponenti politici austriaci sull'autodeterminazione, come «un attacco alla pacifica convivenza in Alto Adige».
Allo stesso tempo Palazzo Chigi ritiene che «certe nostalgie pantirolesi siano sempre più isolate nel panorama politico d'Oltrebrennero». Su questo argomento il ministro Franco Frattini ha inviato due formali lettere di protesta al presidente del parlamento austriaco, Barbara Prammer ed al ministro degli Esteri Michael Spindelegger.
Le affermazioni del deputato austriaco Martin Graf in materia di autodeterminazione dell'Alto Adige sono state oggetto di due formali lettere di protesta del ministro Frattini, in cui sono stati sottolineati l'inaccettabilità delle affermazioni dell'onorevole Graf, nonché il palese contrasto delle medesime con lo stato di eccellenza che caratterizza i rapporti italo-austriaci», sottolinea Mantica.
Il governo italiano sottolinea, invece, la necessità di mantenere una stretta e attenta collaborazione con Vienna, «al fine di contrastare con efficacia qualsiasi anacronistico tentativo di ritorno al passato». Ecco il richiamo all'Austria «al senso di responsabilità che dovrebbe ispirare la condotta di chiunque rivesta cariche istituzionali, dal momento che dichiarazioni come quelle di Martin Graf costituiscono di fatto un attacco alla pacifica convivenza che in tanti anni i nostri Paesi hanno costruito tra le popolazioni altoatesine e che ha assicurato alle medesime un alto livello di prosperità e progresso».
In un momento in cui «certe nostalgie pantirolesi appaiono sempre più isolate nel panorama politico austriaco». È ancora il sottosegretario Mantica a rimarcare come «a fronte di ricorrenti provocazioni degli attivisti altoatesini, il governo ed altre istituzioni austriache tengano a salvaguardare il rapporto di stretta amicizia e collaborazione con l'Italia, con un'azione di contenimento nei riguardi di coloro che in Austria vorrebbero sostenerli». Infine una frecciata al movimento di Eva Klotz, vista la definizione della Südtiroler Freiheit. Per Roma è «un movimento indipendentista con nostalgie pantirolesi» verso cui gli stessi austriaci sono piuttosto freddi.
12 aprile 2011
E' un articolo pubblicato su GE Local Alto Adige

 
PMEmail Poster
Top
 
lucaMS
Inviato il: Venerdì, 29-Apr-2011, 14:11
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 12
Utente Nr: 291
Iscritto il: 21-Apr-2011



Io sono d'accordo che l'Italia non rispetti le minoranze e la sua posizione antieuropeista è fin troppo coerente con questo. d'altra parte siete sicuri ch basti aspettare ? non c'è il rischio di assefuazione di fronte all'immobilità da parte di coloro da cui la gente comune si aspetta qualcosa ? ad esempio il flop della lega, a mio avviso, ha mostrato che nessuna forza attraverso libere elezioni può arrivare ad assicurare i diritti di autodeterminazione che ci aspettiamo, forse agiscono poteri occulti che non conosciamo (imprenditori, giornali, ecc...).

Io credo in un movimento che si ispiri al modello anglosassone. Perchè non mobilitarsi per la devolutions pure qui ? Molte nazioni e un solo paese al momento...
 
PMEmail Poster
Top
 
raffa74
Inviato il: Giovedì, 01-Mar-2012, 15:33
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 7
Utente Nr: 300
Iscritto il: 01-Mar-2012



Il M.I.L. si presenterà alle prossime elezioni comunali in una lista civica unica insieme con il Movimento Gente Comune, mantenendo sempre il suo simbolo.
Chiunque fosse interessato a partecipare sia per il Comune che per le Circoscrizioni è caldamente invitato a contattarmi al num. 338 58 02 066

salùo
raffaele migliorini
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 0.6168 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]