Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Limonte?, No, grazie!
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Franco
Inviato il: Giovedì, 23-Ago-2007, 21:46
Quote Post


Patriota Ligure
*****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 439
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 20-Giu-2007



QUOTE (Acaja @ Giovedì, 23-Ago-2007, 12:19)
condivido gran parte delle sue angosce e delusioni...

Intanto ti darò del tu: il bello dei forum, ed è il motivo per cui l'abbiamo scelto, è la assoluta democraticità che in esso vige: tutti siamo uguali, tutti ci diamo del tu.

Premesso questo (e ne me scuso) se, caro Gianfranco, ti riferivi a me e alla mia lettera, beh, non ti paia strano, ma io sono d'accordo con te!

L'ho anche scritto: accordi amministrativi, strategici, culturali, sanitari, ma ben vengano se sono fatti nel reciproco interesse! Ciò a cui io sono risolutamente contrario è l'unione amministrativa perché quella sì provocherà la perdita dei valori identitari dei popoli.

Siamo diversi? Restiamolo! Possiamo collaborare assieme? Facciamolo!

Forse questa potrebbe essere la sintesi del mio (e forse anche del tuo) pensiero.

In ogni modo grazie il contributo che hai dato e che darai nel forum libero del Mil!
 
PMUsers Website
Top
 
Acaja
Inviato il: Venerdì, 24-Ago-2007, 09:23
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 3
Utente Nr.: 58
Iscritto il: 23-Ago-2007



Ciao a tutti,

sto leggendo qua e là articoli e intenzioni. Mi ha colpito quella "Republica mediterranea": che senso ha?
Il M.I.L. è un movimento che rivendica l'identità ligure o una mal celata copia dei tanti movimenti ultra nazionalisti? Nessuna delle province a cui vorreste chiedere la federazione è ligure, appartenono a realtà etnico-storiche differenti che si spaccherebbero per rimpinguare questa ipotetica creatura politica.

Qualunque regione potrebbe proporre idee del genere: il Piemonte verso Imperia, Savona, Aosta, Pavia, la Toscana verso La Spezia, La Provenza verso Imperia e Cuneo. e via dicendo. Un bel casino interfrontaliero.

Tra l'altro alcuni anni fa era sorta un'altra ipotesi: una regione trasfrontaliera delle Alpi mediterranee "Alpazur" : Nice, Cuneo e Imperia.

Alimentiamo proposte del genere e il Limonte sembrerà una soluzione razionale (tra l'altro sul piano amministrativo mi pare che lentamente il cammino prosegua).
L'piotesi a cui alludevo nel precedente intervento dovrebbe mantenere invece confini e identità ben distinte e con un respiro molto più ampio in grado di avere un vero respiro europeo.

Proporrei di "abortire" simili proposte, non guardiamo il territorio da impostazioni genovacentriche, torinocntriche o simili, non dobbiamo creare piccoli imperi.

Un saluto
 
PMEmail Poster
Top
 
MacLucky
Inviato il: Venerdì, 24-Ago-2007, 11:46
Quote Post


Allievo Indipendentista
****

Gruppo: Members
Messaggi: 280
Utente Nr.: 52
Iscritto il: 30-Lug-2007




Bè si sa che il MIL è attivo nella stragrande maggioranza dei casi soltanto a Genova, questo di certo non perchè si voglia essere genovacentrici, ma perchè già è difficile trovare militanti nella capitale, figurati fuori
 
PMEmail PosterUsers WebsiteYahooMSN
Top
 
SanZorzo
Inviato il: Venerdì, 24-Ago-2007, 19:51
Quote Post


Attivo
***

Gruppo: Members
Messaggi: 100
Utente Nr.: 3
Iscritto il: 20-Giu-2007



QUOTE (Acaja @ Venerdì, 24-Ago-2007, 09:23)
Mi ha colpito quella "Republica mediterranea": che senso ha? Il M.I.L. è un movimento che rivendica l'identità ligure...

Mi vueiva dî o mæ pensceo in sce quante sciâ l'à dito a propòxito da "Repubrica Mediterrania". Ma lezo
QUOTE (Acaja @ Giovedì, 23-Ago-2007, 12:19)
Da piemontese...

e aloa, dæto che m'örieiva fâ acapî da vosciâ ascì, scriviö in talian, Ma, cao mæ Acaja, sciâ me fasse savai se vosciâ o zeneize sciâ l'acapisce, coscì a proscima vòtta scriviö in zeneize, che preferiscio.

QUOTE (SanZorzo @ in italiano)
Voglio dire cosa capisco io della Repubblica Mediterranea proposta dal Mil. Premetto che a me non pare che il Mil abbia mai fatto rivendicazioni di tipo etnico, ma sempre e solo di tipo culturale, identitario ed economico. In una parola guarda alla Repubblica di Genova come modello ovviamente da attualizzare. Direi che il Mil ritiene che ormai il confronto vada fatto a livello europeo e che abbia senso porsi il problema di costituire una regione europea. L'idea che ho capito io è quella che il Mil offre ad altri popoli, pur con storie, tradizioni e culture differenti, la possibilità di sfruttare il diritto che ha la Liguria di poter ritornare indipendente aggregandosi alla Liguria o quando sarà indipendente o, meglio, nel percorso per diventarlo. Un serio modello federalista (e qui la Repubblica di Genova può davvero insegnare qualcosa), garantirà il mantenimento - per me obbligatorio - delle diversità. Se le altre province non vorranno seguire questa strada fa lo stesso: l'obiettivo del Mil non muta: portare la Liguria all'indipendenza.

Insomma la Repubblica Mediterranea mi pare una generosa offerta di opportunità per i nostri vicini.

Cosa c'è di così sbagliato che addirittura bisognerebbe "abortire simili proposte"?
 
PM
Top
 
vincenzo
Inviato il: Mercoledì, 29-Ago-2007, 09:13
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 658
Utente Nr.: 15
Iscritto il: 26-Giu-2007



ULTIME NOTIZIE sul "Limonte"

Oggi, "IL SOLE-"24 Ore", nel suo inserto "Nord-Ovest" ha fatto un lungo articolo dal titolo " Limonte alla verifica in ottobre" e, fra le altre cose, c'è scritto:" Le due Giunte Regionali, inoltre, in collaborazione con i rispettivi presidenti regionali........stanno anche individuando i due esperti costituzionalisti che dovranno assistere le Regioni nel cammino di integrazione, che non esclude il traguardo finale di una macroregione a Statuto speciale sul modello del Trentino-Alto Adige.......tutta l'operazione è stata seguita con molto scetticismo da parte delle forze politiche di opposizione in Piemonte, che hanno parlato di "divagazioni estive"......l'intesa prevede l'installazione nel porto di Savona di una grande vetrina comune dei propri prodotti tipici enogastronomici delle due regioni".

Come INDIPENDENTISTI dobbiamo essere MOLTO intelligenti perchè una nostra OPPOSIZIONE "immotivata" a tutto questo verrà senz'altro vista come "preconcetta" , perchè TUTTI saranno favorevoli ad andare verso uno "Statuto speciale sul modello Tentino-Alto Adige".
Dovremo "incalzarli" sulla "possibilità REALE" di una simile "trasformazione istituzionale" e sul fatto della "predominanza" sicura del Piemonte, essendo più GRANDE e più popoloso della Liguria.
Invece una LIGURIA INDIPENDENTE può benissimo fare TUTTE le alleanze che vuole perchè la sua "identità" non verrebbe mai "cancellata".

Messaggio modificato da vincenzo il Mercoledì, 29-Ago-2007, 09:15
 
PMEmail Poster
Top
 
Franco
Inviato il: Mercoledì, 29-Ago-2007, 09:51
Quote Post


Patriota Ligure
*****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 439
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 20-Giu-2007



QUOTE (vincenzo @ Mercoledì, 29-Ago-2007, 09:13)
... che non esclude il traguardo finale di una macroregione a Statuto speciale sul modello del Trentino-Alto Adige...

Quello che Vincenzo ci ha comunicato oggi (notizia de Il Sole 24 Ore) è grave: il vero rischio è che la Liguria, avendo pochi abitanti, diventi una mera "succursale" del Piemonte: terra da spremere con cittadini di serie B, come lo fummo quando venimmo annessi al Piemonte savoiardo nel 1815!

Pensatela come volete, ma la Liguria ha una sola, unica ed inevitabile strada se vuol mantenere la sua identià e sperare di rilanciare la sua lingua in tutte le sue varianti stupende: la strada dell'indipendenza!

Per questo occorre organizzarci e far sentire di più la nostra voce. Chiedo allora a tutti voi: ce la facciamo a fare una manifestazione pro Liguria (piuttosto che "contro Limonte") ed essere in qualche centinaio?

Fatemi sapere le vostre opinioni.
 
PMUsers Website
Top
 
vincenzo
Inviato il: Mercoledì, 29-Ago-2007, 10:21
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 658
Utente Nr.: 15
Iscritto il: 26-Giu-2007



TRENTINO-ALTO ADIGE e LIGURIA-PIEMONTE
Due realtà completamente DIVERSE

L'operazione che si sta portando avanti di far "credere" ai Liguri che una Regione a Statuto speciale composta da Piemonte e Liguria sarebbe SIMILE a quella già esistente del TRENTINO-ALTO ADIGE è assolutamente DA RESPINGERE ! Infatti i "numeri" sono quelli che contano e il TRENTINO-ALTO ADIGE è composto dalle due Province di BOLZANO con 482.00 abitanti e TRENTO con 502.000 abitanti , cioè quasi uguali, mentre noi avremo il PIEMONTE con 4.341.000 abitanti e la LIGURIA con 1.610.000 abitanti, con una "predominanza" enorme per il Piemonte , che farebbe il "bello e cattivo tempo" !
La LIGURIA se vuole sopravvivere come "Comunità" che ha avuto una "sua" Storia , una "sua" Civiltà con "suoi" VALORI, una "sua" LINGUA, ecc.... deve prima di tutto RITROVARE la "sua" indipendenza.
Poi potrà fare TUTTI gli accordi e le alleanze che vuole !!!
Ha ragione Franco, dobbiamo, anche se non numerosi, pensare di organizzare "qualcosa" in difesa dei DIRITTI della Liguria !

Messaggio modificato da vincenzo il Mercoledì, 29-Ago-2007, 10:34
 
PMEmail Poster
Top
 
Edo
Inviato il: Mercoledì, 29-Ago-2007, 13:27
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 61
Utente Nr.: 46
Iscritto il: 16-Lug-2007



Serto che davanti a un enormitae cosci' a manifestassion bezeugna fala, pensando a un-na mainea de fa' ciu de sciato mediatico poscibile. Doviescimo forsci arvi' un-na discuxion in sce poscibili assioin che se porrievan inventa'...forsci a manifestassion classica con striscioin e bandee a no saieva a ciu' indica', anche perche' semmo pochi...pe o momento. O brainstorming o l'e' averto...che tenpi gh'emmo?
 
PMEmail Poster
Top
 
SPQI
Inviato il: Giovedì, 30-Ago-2007, 12:51
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr.: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



Burlando è una serva, a mio modestissimo avviso, s'intende.
 
PMEmail Poster
Top
 
vincenzo
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 10:11
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 658
Utente Nr.: 15
Iscritto il: 26-Giu-2007



Oltre al "Limonte" da oggi abbiamo anche lo
"Stato di Costazzurra" !!!!

Su "IL SECOLO XIX" di oggi a pag.10 c'è un interessante servizio relativo ad un articolo pubblicato sulla rivista inglese da 1 milione di copie "Monocle" . L'articolo de "IL SECOLO XIX" ha come titolo
"Una "Svizzera sul mare" dalla Spezia a Montecarlo"
Viene considerato un "esercizio di pura e un pò snob "fantapolitica" da intellettuali, che parte dalla suggestione di trovare un nuovo respiro ai capitali dei Grimaldi e di fare contemporaneamente il bene della Liguria con l'eterno bisogno di riproporsi in chiave turistico-ricettiva......".

"Con questo modello - scrive Ivan Carvalho, autore dell'articolo su "Monocle"- la Liguria potrà tornare ai tempi in cui era la regina del Mediterraneo .....".

Le "divagazioni" dei Grimaldi di Montecarlo NON CI INTERESSANO se non come semplice "curiosità giornalistica". Con una REPUBBLICA LIGURE FEDERALE INDIPENDENTE non c'è bisogno di uno Stato "Costazzurra" !!!! Anche perchè se vorranno "sopravvivere" dovranno chiedere l'annessione alla Liguria , sanando finalmente la "ferita" che i Grimaldi fecero quando "si staccarono" dalla Liguria !!!
 
PMEmail Poster
Top
 
GMB
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 11:33
Quote Post


Allievo Indipendentista
****

Gruppo: Members
Messaggi: 221
Utente Nr.: 12
Iscritto il: 25-Giu-2007



Come sempre i dibattiti indicano due cose: uno stato di crisi e un residuo di vitalità benaugurante. Ciò che si deve fare è incanalare la discussione in ragionamenti plausibili che concilino, razionalmente, tradizione e modernità.

Per fare ciò serve anche mettere ordine nel fiume di parole che sta scorrendo: convocare un tavolo, discutere e decidere cosa si vuole fare di questa benedetta Regione.

Io sono convinto che in questo tavolo l'idea del Limonte tramonterebbe ed emergerebbero i problemi reali: l'assenza di un collegamento tra la Liguria e la Padania, che non è solo il Piemonte ma SOPRATTUTTO la Lombardia e l'Emilia. La necessità di creare un 'ponte' tra le aree dell'Alta italia: non il solito nuovo carrozzone, ma un ente efficiente e decisionista in grado di tracciare le strategie infrastrutturali e macro-economiche.

Insomma, prima che la situazione imploda si devono affrontare i problemi consapevoli che la modernità non può prescindere dalla tradizione nord-italica, di tipo inequivocabilmente policentrico.

Lancio una provocazione: e se prendessimo ad esempio il modello trentino-tirolese basato su province fortemente autonome e identitarie (chiedere ai sud-tirolesi) per integrare fattivamente l'intero Nord? Piaccia o non piaccia, l'asse Genova-Milano, Monregalese, Pontremolese etc. sono elementi imprescindibili del nostro benessere e del nostro futuro.

Sicuramente molti non saranno d'accordo con questa proposta, ma siamo sicuri che l'unico modo per difendere l'identità ligure sia la Liguria amministrativa? Nel suo ultimo libro, "l'identità italiana", Ernesto Galli della Loggia ha scritto che le Regioni sono una forzatura della reale identità del Nord Italia, di tipo municipalista. La vera cifra del nostro immaginario, ben descritto da Carlo Cattaneo, sarebbe cioè comunale. Aggregherebbe decine e decine di contadi intorno a centri incaricati di governare un'area vasta onde garantire l'eguaglianza dei diritti e delle possibilità di accesso alle risorse.

Risulterebbe allora fondata l'idea di conciliare questa tradizione scolpita nei nostri geni con la necessità di creare PRAGMATICI spazi d'integrazione in grado di rispecchiare i processi economici in atto.

Genova, insomma, potrebbe confrontarsi da pari con Milano, Torino, Bologna, ma anche Venezia, cessando di essere amministrativamente ligure ma rimanendo ostinatamente genovese. Anzi: otrebbe ampliare la propria dimensione identitaria concentrando i propri investimenti simbolici entro i cippi della propria area metropolitana, dotata di ampissimi poteri e di adeguate risorse. Così Spezia, Savona, Imperia.

La ligusticità continuerebbe ad agire comunque nell'autogoverno locale, e potrebbe consolidarsi attraverso la conservazione di rapporti privilegiati fra le aree dell'antica Repubblica genovese: rapporti all'insegna delle politiche culturali, portuali e turistiche.

E' un discorso, questo, che per altro non inficia la possibilità di riacquisire l'indipendenza, ma che semmai integra l'idea di una Repubblica mediterranea ipotizzando che i suoi confini possano rispecchiare pienamente la dimensione dell'integrazione ormai raggiunta dai segmenti produttivi più avanzati.

E' un discorso identitario, che punta all'autogoverno delle città liguri ma anche strategico. A pieni polmoni, conscio di andare a smuovere molte certezze e molte radici. Ma credo sia giusto farlo e farlo ora allorchè il rischio è la creazione di due mostri chiamati Limonte e Lunezia.

Mi scuso per la solita lunghezza.

 
PMEmail Poster
Top
 
vincenzo
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 12:00
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 658
Utente Nr.: 15
Iscritto il: 26-Giu-2007



INDIPENDENZA per poter essere concretamente PROPOSITIVI

Oggi come oggi, qualsiasi cosa proponga la Liguria lo fa come "semplice piccola regione" dell'Italia, con POCHISSIMO "peso elettorale nazionale italiano", che significa che a Roma .......ci considerano meno che NIENTE ! Questa notte ho ascoltato alla televisione Fassino in un dibattito, credo al Festival dell'Unità di Bologna: Si è detto "preoccupato" perchè TRE regioni POPOLOSE come Lombardia, Veneto e Sicilia non hanno "governi" di centro-sinistra ! "POPOLOSE" significa "determinanti" da un punto di vista elettorale !!!!!..... E' quindi CHIARO che la LIGURIA " se vuol CONTARE" deve prima di tutto RIPRENDERSI la "sua" INDIPENDENZA ! Poi, può fare tutte le scelte strategiche che vuole, proporre "alleanze territoriali", ecc... E poichè la "dominante municipalistica" è molto presente il Liguria, solamente un sistema istituzionale FEDERALISTICO ( modello Svizzera) sarà ACCETTATO dai suoi Comuni che poi si potranno anche "assemblare" in Cantoni.
Questa è la "strategia politica" che dobbiamo portare avanti e così otterremo il CONSENSO anche di IMPERIA, SAVONA, LA SPEZIA , ma anche di S.REMO, ALBENGA, RAPALLO-CHIAVARI, SARZANA, ecc.... e la "attenta" OSSERVAZIONE di Comunità limitrofe ( Nizza, Cuneo, Alessandria, Piacenza, Parma , Massa Carrara) che troverebbero "CONVENIENTE" entrare a far parte di una Comunità-Stato-Nazione FEDERALE con forti tendenze autonomistiche.
Ecco che la "REPUBBLICA FEDERALE MEDITERRANEA" potrebbe giocarsi tutte le carte !!! E GENOVA ne sarebbe la sua degna capitale !!!

Messaggio modificato da vincenzo il Sabato, 01-Set-2007, 12:02
 
PMEmail Poster
Top
 
Ambrones
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 12:12
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 530
Utente Nr.: 29
Iscritto il: 02-Lug-2007



Avete letto sul secolo di oggi a pagina 10!
Una “Svizzera sul mare”
dalla Spezia a Montecarlo
Pe Zena e San Zorzo
 
PMEmail PosterUsers WebsiteYahoo
Top
 
Edo
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 12:30
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 61
Utente Nr.: 46
Iscritto il: 16-Lug-2007



No vorrieiva fa' o pescimista, ma me pâ che o dibattito o segge andicappou da un-a vixion "italoçentrica" de-e dinamiche da-a polittica....mi penso che un di punti ciu' inportanti pe fa' leva in sce l'opinion pubblica ligure o l'e' a rottua completa con i sistemi caratteristici de l'itallia "moderna" che, essendo ridiculizae dai risultati de sti urmiti sciusciant'anni, porrieivan trasforma' o rifiuto disgustou in t'un interesse pe-e nostre proposte radicalmente differenti...quello che in geopolitica a se ciamma "opzione zero" ossia: lasciaeme perde, femmo niatri! In parallelo ai "dexe valoi da-a cultua ligure" se porrieiva studdia' a definission do concetto ligure da-a politica: desprexo netto do meste' do politicante, valorisascion da-a profescion de l'amministratore pubblico segondo i criteri do business liberale, consenso mûo e intelligente di cittadin comme scopo urtimo da-a concertassion in ti temi do sviluppo e da gestion da-a "cosa pubblica"...mi no so sci tutto questo o segge ciaeo ma me pa' che a convinxion in to faeto che no gh'emmo de bezeugno de lessioin de nisciun -o megio, che a l'interno da-a societae ligure ghe son e risorse intelletuali sufficenti pe innesca' un processo noeuvo de progetto sociale e economico- o dovieiva esse o punto fermo de tute e riflescioin indipendentiste...
 
PMEmail Poster
Top
 
SPQI
Inviato il: Sabato, 01-Set-2007, 12:50
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr.: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



Io, personalmente, vedrei nell'alleanza con i Grimaldi di Monaco un buon vettore per aiutare l'Indipendenza della Liguria, la quale, volendosi ergere in federazione, potrebbe federarsi con lo stato dei Grimaldi.

Non ho però ancora letto l'articolo, percui non so esattamente di cosa sis tia parlando. Se Franco avesse la bontà di linkare il pdf, eviterei di comprarlo.

Messaggio modificato da SPQI il Sabato, 01-Set-2007, 12:50
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (12) « Prima ... 6 7 [8] 9 10 ... Ultima » Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 1.5034 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]