Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Energia alternativa, se ne parla mà .........
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
renghini ciro
Inviato il: Martedì, 03-Lug-2007, 13:07
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 6
Utente Nr: 31
Iscritto il: 03-Lug-2007




Gl' ultimi anni si fa un gran parlare di energia alternativa ma......................

si fa poco ho nulla , vedi anche per i costi proibitivi del :
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

Fotovoltaico - Solare.

Ho dei progetti ( non registrati per motivi economici )

Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
Offro la mia consulenza gratuita a tutti gli iscritti del M.I.L.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


Questi sono alcuni campi che mi interesso da diversi anni :

Cucina solare - forno solare - produzione di acqua calda -
produzione di energia elettrica per : Case- barche . camper ect
riscaldamento terreno per serre -

illuminazione esterna fotovoltaica . ed altre soluzioni

Rendiamo la nostra casa ECOLOGICA
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 15-Lug-2007, 15:09
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Ciro,
"io vorrei che Tu e Lapo ed io...". Scherzo, ma trovo interessante l'incontro pur in questa sede che non é la più adatta. In Liguria si potrebbero fare grandi - ma davvero grandi! - cose con le tecniche moderne di captazione di energia rinnovabile. Qualcosa fa la Regione, ma credo che ne usufruiscano solo i milanesi (si fa per dire, alludendo a tutti i foresti) che colonizzano pacificamente la liguria sotto il naso dei Liguri sventolando bigliettoni in €. Raccontami a parte (non in questo forum) che cosa sai fare. Grazie!
 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
navegna
Inviato il: Domenica, 31-Ott-2010, 10:52
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Ciro,
spero che la Tua offerta sia ancora attuale, sono attivo nella fotovoltaica da diversi anni, mi son messo in proprio 1.07 2007, forse un caso, forse no, e son convinto che uno scambio d'idee farebbe bene.
E sono anche fermamante convinto che l'indipendenza implica anche il diritto di cooperare con altri senza dover chiedere il parere di chi crede d'aver il diritto di disciplinarci a distanza.
Se l'attuale EU non ci piace, comminciamo di costruire la nostra, e perche non cominciare da una piccola cooperazione ligure- ticinese.
Saluti
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 06-Mag-2011, 18:29
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Ciro,
sei sparito? L'eolico ed il fotovoltaico si affermano nel Centro-Sud, tanto da suscitare l'inquietudine di un Mostro Sacro innominabile quanto tempestoso...
Nessuno Ti "tiene neppure cac..."? (nota espressione colloquiale napoletana).
Io e Navegna siamo molto interessati ad approfondire l'argomento.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 24-Nov-2011, 17:14
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



A parte il buon Ciro - che continua a tacere - ci sara' pure qualcuno che si occupa di energie alternative. La Liguria ha caratteristiche geografiche e climatiche che la privilegiano in fatto di fotovoltaico ed eolico. Si puo' far molto - credo - anche con i pannelli solari per il riscaldamento dell'acqua. meno interessanti la geotermia e le pompe termiche acqua/aria. Forza ragazzi!
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Giovedì, 24-Nov-2011, 20:57
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



In fatti, la liguria sarebbe predestinata sia all'impiego della fotovoltaica, sia all'uso di impianti ad acqua calda, compreso riscaldamento, ed oggi é possibile anche utilizzare il calore die colletori per climatizzare, e questa combinazione sarebbe interessante specialmente per piscine di grandi dimensioni con vicino ristoranti o alberghi. Ci sarebbero sul posto anche specialisti, oggi in parte in cassa integrazione. Cosa aspettate, fate la rivoluzione solare, son tentato a dire facciamola! Per me sarebbe un motivo per cambiar domicilio, sarebbe un piccolo ritorno......
Vi saluto!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Sabato, 03-Dic-2011, 18:06
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Credo di aver scoperto per quale motivo le energie rinnovabili - che potrebbero essere la ricchezza della Liguria - non incontrano favore e non s'e ne diffonde la captazione.
Ho scoperto...l'acqua calda! Le oltre trecentotrentamila abitazioni secondarie abitate per lo più poche settimane estive all'anno non meritano - a giudizio dei loro proprietari cittadini - l'investimento non trascurabile ed ammortizzabile solo con l'uso assiduo. Basta, ad esempio, che in un condominio due o tre condomini vacanzieri si oppongano alla scelta ecologica per bloccare tutto. Nel settore pubblico, con quali fondi i numerosi micro-comuni a gestione familiare, quasi sempre SQUATTRINATI, potrebbero avventurarsi in progetti simili? Anche per questi motivi si rendono necessari gli accorpamenti comunali o l'eliminazione dei comuni definibili "piccoli".
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Domenica, 04-Dic-2011, 12:19
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Caro Girumin,
Non importa tanto la grandezza del comune, può essere di pochi fuochi oppure una metropoli, manca la grandezza mentale di chi governa e di chi ci abita, manca un tipo di cultura che non si impara a scuola e nemmeno nei atenei più prestigiosi, ma unicamente nella convivenza sociale.
Io lavoro da quasi 30 anni in questo ramo ed ho perso ogni speranza in un miglioramento grazie alle fusioni comunali, anzi, ho visto il contrario.
La piccolezza delle menti impedisce la riconversione energetica, e devo purtroppo dire, le menti più poveri ho visto in persone con tanti titoli.... .
Sono circondato da "letti freddi" e di impianti ad energia solare non ne vedo, non vedo nemmeno l'interesse e la volontà di migliorare la situazione ambientale, se ne fregano, basta consumare e sperperare. Personalmente limiterei la fornitura d'energia elettrica e di combustibili fossili alle sole residenze primarie, se una persona o famiglia desidera una seconda casa, mi va anche bene, ma che sia modesta ed autosufficente. I microcomuni non mi disturbano minimamente, i microcervelli con macroborsellino invece assai!
Saluti
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 30-Dic-2011, 17:01
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Caro Navegna,
Solo la leva fiscale può smuovere micro- e macro-cervelli inducendoli alla scelta di fotovoltaico, eolico e collettori solari. Il manico del coltello rimarrebbe pero' in pugno ai prevalenti micro-cervelli che amministrano i Comuni, capaci di diventare difensori dell'estetica paesaggistica per farsi dei meriti e/o per diventare arbitri di scelte negative capovolgibili "sottobanco" previa bustarella.
Lo strapotere dei comuni italiani si nutre anche di tali assurdità incivili e dolose.
Per quanto riguarda iniziative imprenditoriali - anche nel senso della diffusione del fotovoltaico - che il comune deve promuovere ed eventualmente può intraprendere, e' meno difficile che tra i cervelli censiti in macro-comuni ci siano quei pochi capaci di lanciare la scelta giusta
Tu difendi i Micro-comuni e disapprovi le aggregazioni, al contrario di me: perché io conosco bene la realtà delle comunità dell'entroterra ligure, insediate e strutturate entro confini risalenti all'epoca feudale ed in tempi moderni decimate dalla migrazione locale verso il mare. I risultati di tale situazione si possono riassumere con poche frasi che cito qui anziche' - come sarebbe più giusto - in altre discussioni attinenti. In un secolo dimezzata -od oltre- la popolazione residente, pur se si conta l'apporto di "foresti" stranieri e padani scampati dai suburbi per mettersi in panciolle in luoghi tranquilli, vere anticamente del camposanto. Esodo dei giovani o loro entrata nella "pendolarita'",per cui il loro interesse per il comune e' zero. Estinzione di tutte le attività economiche che non siano legate alla sopravvivenza del singolo ("economia curtense"), salvo rare, lodevoli eccezioni dove i comuni, pur piccoli, si fanno promotori di consorzianti agricoli/olivicoli.
Il quadro non e' rallegrante e non cambierà mai s'e non interverranno provvedimenti regionali o statali azzeccati per togliere dal torpore ignavo brava gente abbandonata a s'e stessa.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Lunedì, 02-Gen-2012, 12:26
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



L'opposizione pseodopaesaggista è purtroppo spesso ben pagata ed orchestrata, io chiamo queste opposizioni sistematiche ed in malafede cantilena romantica carbo- nucleofila, ed è tornata di moda anche in Ticino, temo che ne farete esperienza anche voi! Non importa se i comuni siano micro o megapoli, il movente è sempre il facile quadagno, sia da parte dell'oppositore pagato, sia dal pagante. L'unica possibilità di far "rendere" l'energia nucleare, è sabottare le alternative, dopo il referendum nucleare, ci saranno tentativi di pressione per riportare i cittadini "sulla retta via", non cedete per favore!
Saluti
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 23-Ago-2012, 18:56
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Quando - oltre cinque anni fa - Ciro lanciava questa discussione le energie rinnovabili in Italia per la maggioranza della gente apparivano cose da fantascienza. Perciò lo sviluppo della discussione fu molto stentato per la carenza drastica d'interventi. Ora, con l'abbandono del nucleare (alla faccia del grande Claudio, nostro preteso conterraneo) l'argomento ER (energie rinnovabili) dovrebbe essere di grande attualità, specie in Liguria, terra del sole al Nord. Invece...Ciro, dimmi se per Te in privata attività non é così (sono curioso!).
I Liguri non hanno grande imprenditorialità, ma i milanesi che popolano la Liguria con le loro seconde case ce l'hanno! Aspetto notizie.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Venerdì, 24-Ago-2012, 08:32
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Caro Girumin,
sperare nei proprietari delle grandi case, nel caso del fotovoltaico e solartermico, è come sperare nel coniglio che fa i gattini..... I miei clienti sono, in grandi linee, contadini con borsellino modesto a modestissimo, qualche pescatore anziano ligure, ed anziani, che passano il fine settimana in montagna. L'unica imprenditorialità che ho potuto osservare nelle teste di quei proprietari di letti fretti è una sola, venerata come espressione religiosa: La speculazione.
Vi saluto, con un gusto amaro in bocca,
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 1.0251 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]