Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Fiscalità comunale, Rapina imparabile di tributi inventati
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
navegna
Inviato il: Domenica, 05-Mag-2013, 10:42
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Girumin, concordo pienamente, ed aggiungo...... paghino l'imi, o la tassa che la sostituirà anche la chiesa e le banche e fondazioni bancarie.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 05-Mag-2013, 16:01
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Saranno così intelligenti i Comuni da rivedere con la necessaria severità i criteri
di troppo larga manica adottati spesso finora nel classificare primarie piuttosto che secondarie le abitazioni esistenti nella loro giurisdizione? Se questa IMU che, secondo il punto di vista sinistro della Destra dovrebbe salvare le famiglie e quello destro della Sinistra salvare le finanze dello Stato, verrà abolita per le abitazioni primarie gli incassi fiscali dei Comuni subiranno una batosta. Lo teme anche il nuovo ministro che fino a ieri - e forse anche oggi e domani - sedeva sul seggio di presidente dell'ANCI.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 16-Mag-2013, 11:57
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Non occorre avere l'infallibile memoria dell'elefante per ricordare che non molto tempo fa erano stati individuati circa DUE MILIONI di stabili "fantasma", cioè non accatastati, quindi abusivi. Il risultato era stato ottenuto mediante il rilevamento topografico di precisione con foto aeree da alta quota. I funzionari comunali, stando con i piedi per terra e la testa tra le nuvole non c'erano riusciti. Inoltre i criteri di applicazione dell'IMU sono iniqui - cioè "non equi" - perchè sussistono molti abusi di attribuzione abitazione primaria/secondaria ed i criteri di stima sono stati stravolti dai cambiamenti urbanistici. E poi i Comuni piangono miseria!
In alto si lavora col machete per far quadrare i totali senza badare a che gli addendi siano giusti.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 17-Lug-2013, 18:26
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Nonostante l'incremento astronomico delle imposte comunali i comuni piangono miseria. Questo succede da quando è stato lanciato il federalismo fiscale. Bel risultato! Vorrei aiutare chi di dovere a scoprire l'acqua calda, cioè ad informarsi del come funziona in Svizzera la fiscalità comunale. In Svizzera si pagano imposte di tre tipi: cantonali, comunali, federali (in ordine d'importanza). La dichiarazione dei redditi per le imposte cantonali fornisce la base per graduare le tre imposizioni.
Prima di tutto viene calcolata l'imposta cantonale, che tassa i redditi e la sostanza (tassa patrimoniale); l'imposta comunale si ottiene moltiplicando la cantonale per un coefficiente - detto moltiplicatore comunale - che solo rarissimamente supera l'unità; l'imposta federale viene calcolata su una piccola parte dei redditi e rappresenta circa il 20% della cantonale. in totale la pressione fiscale si aggira sul 30%. In altre parole:il cittadino lavora per circa tre mesi per pagare le tasse. In questo caso il federalismo fiscale funziona!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Lunedì, 02-Set-2013, 16:39
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



In questi giorni si discute accanitamente d'imposte comunali, evocate dall'aborrita IMU e dalla misteriosa TARES. Il governo naviga a vista alternando i progressi di marcia con scatti da gambero. L'ineffabile Cavaliere nella sua campagna elettorale s'era impegnato, nell'eventualità d'una vittoria, ad abolire l'IMU ed a restituire gli importi pagati a tale titolo. Siccome hanno vinto tutti e tre i partiti di massa, sono state lanciate le "Larghe intese" ed il governo che mette insieme cani e gatti s'é sentito imporre l'aut-aut dal sullodato cavaliere: "via l'IMU od elezioni subito"!. Raggiunto faticosissimamente un accordo rabberciato, ma privo del promesso rimborso, tutti hanno cantato vittoria a diversi titoli; ma chi registra una perdita secca sono i cittadini AIRE. Infatti, con l'istituzione dell'IMU - opera P.d.L. - si sono visti riqualificare le case che posseggono in Italia da abitazione primaria a residenza secondaria. Il ragionamento che giustificava la prima qualifica venne
capovolto così: l'emigrato AIRE che ha una casa in Italia e la tiene a disposizione propria per rientri saltuari qualifica tale abitazione come primaria: se é emigrato, però, risiede all'estero dove ha la sua abitazione primaria, quindi la casa in Italia é residenza secondaria, per definizione sfitta. Amen! Per lui l'IMU non viene abolita e tutte le tariffe vengono maggiorate, come per tutti gli stranieri che, amando l'Italia, l'hanno eletta a terra di vacanza. Il cittadino AIRE può scegliere tra il chiedere pietà e chiudere bottega; i Comuni hanno pieni poteri se graziare gli stolti che rimangono attaccati alle radici o meglio spennarli perché giudica siano Paperoni. In certe regioni soprattutto meridionali gli AIRE sono persino in numero maggiore dei residenti stabili, in altri sono rari o addirittura assenti: Stato, Regioni e Province delegano i Comuni a sentenziare, promuovendo la più mirabile eterogeneità di soluzioni. Evviva!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 06-Dic-2013, 10:22
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Sono trascorsi più di tre mesi dal mio ultimo "pizzino" e si ripetono a raffica le sorprese - sempre negative - connesse alla tassazione degli immobili. Il governo mette in grave imbarazzo non solo i contribuenti ma anche i Comuni, tutti alle prese con i bilanci preventivi. Evviva!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Martedì, 10-Giu-2014, 15:26
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Quando finalmente gli illusi reggitori dei piccoli comuni arriveranno a capire che piccolo è debole, squattrinato, stupido? La riprova di quest'ultimo attributo l'abbiamo di questi giorni, in cui si scopre che solo un'esigua minoranza di amministrazioni comunali è riuscita a determinare l'aliquota della TASI (o TARI o ICU: chissà?). Hanno un bel consorziarsi nella gestione di alcuni servizi! Invito i miei ventiquattro lettori a cercare nei siti comunali sotto la rubrica "Salvaguardia della privacy" (o giù di lì) l'ammontare di stipendio ed indennità degli impiegati e funzionari comunali: io vi ho scoperto che in un comune di 876 abitanti - tanti, tanti - il segretario comunale percepisce 79.800
( dico quasi OTTANTAMILA !) € di emolumenti, cioè circa la metà di quello che incassa un suo collega in servizio in una città non piccola. Lo sanno i politici in Parlamento? Io dico che non possono non saperlo, ma che se ne stropicciano.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Lunedì, 01-Set-2014, 16:30
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Cari Amici,
come di certo sapete, esiste una benemerita Associazione dei Comuni Italiani
(A.C.I., o giu di lì) che è una micidiale LOBBY schierata in difesa degli interessi particolaristici di quelle entità amministrative di terzo o quarto livello, preposte alla gestione/amministrazione diretta del territorio: i COMUNI, che una volta erano soggetti al controllo delle Prefetture, fino a quando un'improvvida riforma costituzionale, intesa a predisporre l'introduzione del federalismo, le rese SOVRANE assolute. Tale sovranità potrebbe essere salutare ed efficiente nel caso di Comuni popolosi, ma vale anche per comunelli di poche decine di abitanti, nei quali la carica di sindaco finisce per essere assegnata ad un semianalfabeta che rischia di scambiare il comune per la propria stalla (senza offesa per tutti i bergamini, stallieri e mandriani). Costui, nel migliore dei casi, governa paternalisticamente e, se non ha il pelo sullo stomaco lungo qualche metro, finisce in balìa delle cricche locali o forestiere. A parte l'ignoranza e l'impreparazione degli eletti, nei comunelli deve prestare la propria opera un SEGRETARIO diplomato e nominato, che percepisce emolumenti la cui entità deve rispettare le tabelle statali degli stipendi, senza tenere conto delle risorse del Comune. Così succede che un comunello di mia conoscenza, con meno di 900 abitanti, retto da una giunta di villici deve pagare circa 70.000 € annui ad un segretario veterano ridotto a "yesman". In questo caso sarebbe imperativo accorpare il comunello ad altri circonvicini a formarne uno grande: ci provò il governo Monti, ma fu zittito. Ora le disposizioni in materia edilizia comprese nel pacchetto "SBLOCCA-ITALIA" propongono più o meno quello che io - Girumin - vado predicando da tempo: la liberazione da oneri urbanistici per tutti i lavori di ristrutturazione, frazionamento ecc...
Speriamo che il progetto diventi decreto e poi legge !! Dopo s'inventeranno altri balzelli equivalenti o peggio. Così è.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 17-Set-2014, 17:37
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



La benemerita associazione dei Comuni italiani si chiama ANCI: Ass.Nazionale Comuni Italiani: la volta scorsa mi sfuggiva la sigla giusta. Si vede che i suoi emissari lavorano nel sottobosco perché
non è ancora passata alla firma del Presidente della Repubblica. A volte succede - si mormora - che provvedimenti spiacevoli per qualcuno si perdano nei meandri della burocrazia.
Intanto migliaia di amministrazioni comunali stanno ponzando sulle aliquote da fissare per ne nuove imposte: era fissato un termine, ma
l'operazione era troppo impegnativa per i dilettanti cui l'elettorato incosciente ha affidato il compito di amministrare. Boh!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 15-Ott-2014, 18:39
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Due notizie recenti, relative alla fiscalità comunale m'hanno colpito. Le ho colte al volo da notiziari televisivi. La prima: si sta diffondendo l'andazzo di rendere inagibili o di demolire edifici rurali per non dover pagare la TASI. Commento: Forza ragazzi! Quei proprietari si comportano come il famoso marito che, per fare rabbia alla moglie, si evirò. La seconda: il Commissario alla "spending review" Cottarelli ha dichiarato con enfasi che 8000 comuni per l'Italia sono troppi. Commento: ha scoperto l'acqua calda! Tutti coloro che non sono d'accordo alzino la mano.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Domenica, 19-Ott-2014, 10:41
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Sarà forse voluto? Demolizione di edifici rurali storici per far posto ad opere speculative?
Ulteriore devastazione della cultura rurale.
Ulteriore concentrazione d'ogni attività nelle città
Non mi meraviglierebbe minimamente. Se poi le devastazioni e demolizioni partono d'inniziativa privata, lor signori si lavano le mani. Caro Girumin, sarò , forse, poco gentile, ma quel che vedo, mi porta a pensare male, molto male e emo di non sbagliare.
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (3) 1 2 [3]  Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 0.3580 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]