Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Sindaci illetterati, Eleggibilità da limitare
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Girumin
Inviato il: Sabato, 30-Giu-2007, 14:15
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Mi rivolgo al colto ed all'inclita per un sondaggio d'opinione. La domanda é:
Vi sembra degno e giusto, equo e salutare che possano essere eletti a cariche pubbliche individui sporovvisti del titolo minimo d'istruzione che é la licenza media?
Io penso di no. Perché oggi più che mai é indispensabile saper leggere, comprendere ed assimilare le innumerevoli comunicazioni scritte che ci bombardano senza tregua. Occorre una elasticità mentale che il semianalfabeta, l'analfabeta di ritorno e l'illetterato non posseggono: eppure possono candidarsi per cariche amministrative comunali e provinciali, forse anche regionali (ma si scontrano qui con una concorrenza agguerrita e non possono sperare di farcela grazie ai soli appoggi clientelari delle mafiette locali.
La Liguria, se vuole aspirare legittimamente all'indipendenza, dovrebbe promuovere nel suo ambito l'esclusione degli illetterati dalla eleggibilità. Altrimenti, come altrove in Italia, continueremo a vedere aspiranti spazzini esclusi dai concorsi d'assunzione e semianalfabeti eletti sindaci. Ce ne sono, purtroppo!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
 
PMEmail Poster
Top
 
zeneize
Inviato il: Sabato, 30-Giu-2007, 16:01
Quote Post


Allievo Indipendentista
****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 228
Utente Nr: 4
Iscritto il: 21-Giu-2007



Conosco (potrei fare nomi e cognomi) persone con laurea totalmente incapaci. Conosco e ho conosciuto (e anche qui potrei fare nomi e cognomi) persone con la terza elementare e dotate di umanità, competenza, intelligenza, acume, onestà, capacità ...

I pubblici amministratori non dovrebbero essere giudicati dai loro titoli di studio, ma dalla disponibilità e capacità che hanno di affrontere i problemi della gente e di risolverli.

Personalmente, preferisco l'amministratore analfabeta che prende a cuore i miei problemi a quello colto e magari dotato di premio Nobel a cui non frega assolutamente nulla di me e del mio futuro. E temo che mi sia molto più facile incontrare esempi della seconda categoria che non della prima. Senza con questo ovviamente voler estremizzare.

 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
vincenzo
Inviato il: Martedì, 03-Lug-2007, 06:13
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 658
Utente Nr: 15
Iscritto il: 26-Giu-2007



Il sistema DEMOCRATICO è attualmente dominante nelle Comunità civili più sviluppate e quindi :ogni testa un voto e chiunque deve avere il diritto di potersi candidare. Per quelle che possono essere le "anomalie" di tale sistema, si sono già sviluppati degli ottimi "anticorpi" che fanno soprattutto perno su quella che viene definita la "pubblica opinione" .
I mezzi di informazione sono i "cani da guardia" e la Magistratura l'organo istituzionale che "sanziona" le gravi anomalie e le "SCORRETTEZZE-REATI" di coloro che si sono fatti eleggere nelle Istutuzioni, indipendentemente dal loro livello di cultura.
Sta all'iniziativa dei Cittadini ( oggi sempre di più "coalizzati" nei Comitati) portare avanti proposte, censure, ecc....
Soprattutto dobbiamo uscire dalla logica ( PIGRA !!!!) del "si dovrebbe fare", "bisognerebbe fare questo...." . Ogni Cittadino, prima INDIVIDUALMENTE, poi con il CONSENSO di altri che riesce a coagulare, DEVE portare avanti quelle iniziative ( e quindi quelle CANDIDATURE) che ritiene giuste, valide, ecc... o eventualmente "CENSURARE-ATTACCARE" le "malefatte" degli eletti.
Non dimentichiamo MAI l'insegnamento della "civiltà ligure" : il Doge, al termine del suo mandato era sottoposto ad un vero "processo" ( i supremi "Sindicatori" ) e se veniva dimostrato che aveva "sbagliato", pagava duramente, anche in termini di "soldoni" !

Messaggio modificato da vincenzo il Mercoledì, 04-Lug-2007, 06:07
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 05-Lug-2007, 14:41
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Replico all'amico Zeneize, soprattutto per tenere viva la discussione che langue, non per convincerlo che ho ragione io. Avevo già replicato, ma il mio messaggio - causa la mia scarsa dimestichezza con le regole del Forum - s'é persa in qualche meandro. L'eleggibilità é un requisito sancito dalla legge elettorale e non é incondizionata. Prima della riforma Zanardelli sul suffragio universale era limitata addirittura ed anche dal censo e dall'analfabetismo (mancato conseguimento della licenza elementare. Ora vigono regole più ispirate al lassismo, ma sono discriminanti la "pulizia" della fedina penale, l'età anagrafica, il possesso della nazionalità e dei connessi diritti civili. Mi meraviglio che lo Stato, mentre impone la licenza di scuola media come minimo grado d'istruzione obbligatoria, non discrimini chi rimane al di fuori di questo limite. L'obiezione di Zeneize cade se si considera che la scelta dell'elettore può premiare le doti umane del candidato più popolare (nel senso di gradito al pubblico), tratto però da una rosa di candidati che posseggono determinati requisiti attestati da certificati legali (diplomi scolastici, casellario giudiziale ecc.). Concludo con un paradosso provocatorio. se in un comunello risiede un extracomunitario clandestino particolarmente "popolare", perché non eleggerlo sindaco? Videat Zeneize!
 
PMEmail Poster
Top
 
triora
Inviato il: Lunedì, 09-Lug-2007, 11:54
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 25
Utente Nr: 34
Iscritto il: 04-Lug-2007



Secondo me è giusto che tutti abbiano il diritto di candidarsi. Spetterà poi agli elettori il compito di trascurare(=non votare) i candidati incapaci. Tuttavia questo spesso non accade.
Talvolta vengono eletti candidati incapaci solamente perché rappresentano un determinato partito politico e/o sono in grado di ricambiare il voto con qualche "favore" di troppo...
 
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 15-Lug-2007, 15:21
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Amici,
il "colto e l'inclita" tacciono: solo qualche voce isolata e (permettetemi) un po' stonata si leva a difendere il sacrosanto diritto alla eleggibilità. Dico stonata perché non considera il "tono" delle mie raccomandazioni. Il principio del suffragio universale dipende dal rispetto delle condizioni che lo tutelano. I carcerati non potevano votare e neppure essere eletti sebbene fossero persone simpatiche e capaci di calamitare il favore popolare indipendentemente dal fatto di essere stati colti in flagrante a rubare galline. Oggi - per inciso - pare che possano...Succede a me, come a molti altri, di doversi rassegnare a sentenziare "vulgus vult decipi, ergo decipiatur!" (chi non sa il Latino se lo faccia tradurre dal Parroco). Per vincere un concorso da "operatore ecologico" e poter scopare le strade (con la scopatrice)
occorre il diploma di scuola media; tempo fa i giornali ci informarono che una extracomunitaria regolare non fu ammessa ad un concorso pubblico da conduttrice di bus perché non ebbe modo di dimostrare - carte alla mano - che era laureata: fu trattata da analfabeta! Suvvia: cerchiamo di ragionare...
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 15-Lug-2007, 15:23
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Dimenticavo la conclusione sacrosanta: per essere eletto sindaco non conta essere o non essere (Amleto!) istruiti, per fare lo spazzino - invece - é determinante! Questa é democrazia moderna.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 01-Dic-2010, 18:57
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Vorrei rilanciare la discussione modificando leggermente i termini del contendere.
L'articolo 54 (credo) della nostra Costituzione repubblicana sancisce che coloro che si candidano ad una carica pubblica elettiva devono impegnarsi - e per questo giurano - a servire CON DISCIPLINA E CON ONORE l'interesse pubblico. Non si fa cenno a requisiti culturali. Tuttavia per qualunque impiego pubblico l'assunzione consegue alla partecipazione ad un concorso "per titoli e per esami", fosse pure per un posto di spazzino (oggi "operatore ecologico"). Morale della favola: per avere la nomina a spazzino occorre un diploma di scuola media; per essere eletto sindaco od assessore non occorre! Io affermo che la mancanza d'istruzione può essere la radice dell'incultura e che quindi rappresenta un rischio per i cittadini "amministrati" che, in buona fede (almeno si presume) votano ed eleggono. Nei miei interventi precedenti ho parlato di "Sindaci ILLETTERATI": definizione forse un po' troppo forte. Perciò la modifico ricorrendo ad un termine che mi giunge dalla storia della Rivoluzione francese: "Sindaci SANCULOTTI", senza spregio. I Sanculotti furono una fazione importante nel panorama rivoluzionario annoverando - a differenza delle altre fazioni - anche gli illetterati nelle loro fila. Non fecero buona prova, per cui si passò alla "DESANCULOTTIZZAZIONE". Amen.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Sabato, 11-Dic-2010, 15:46
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Ha fatto rumore solo per qualche momento la notizia della bocciatura collettiva ed irrimediabile di tutti i 1.500 candidati al concorso per l'assunzione di alcuni vigili urbani nella cittadina pugliese di Andria. Bocciatura nella materia meno specifica, tuttavia fondamentale: cultura generale! Dovrà essere indetto un nuovo concorso e magari verranno adottati i sistemi della parentopoli romana per semplificare la selezione e non fare un'altra cilecca. A quando, invece, è differita l'adozione di criteri DESANCULOTTIZZANTI per le candidature a cariche amministrative dei comuni ?
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Sabato, 01-Gen-2011, 12:47
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Nella nostra politica mi disturba molto di piu l'analfabetismo del cuore che qualche errore d'ortografia, e mi disturba se un politico usa la lingua per nascondere che non ha niente da dire e ci porta via il nostro tempo con discorsi senza contenuto.
Probabilmente non sarò mai sindaco, ma ho preso una decisione importante: Se parlo, uso parole semplici e chiare e se non ho niente da dire, tacio.
Sono atipico, ma questo é e sarà la mia politica!
Saluti e buon anno
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Martedì, 04-Gen-2011, 19:18
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Giusto, caro Navegna! Sono d'accordo. Voglio però chiarire che per gli "illetterati" diventa difficile - nella vita quotidiana - non solo scrivere per comunicare e farsi capire, ma anche capire ciò che capita di dover leggere ed assimilare il contenuto d'uno scritto.
Chi non ha dimestichezza con la penna colma di strafalcioni un dettato e deve arrendersi di fronte al compito di un riassunto perchè capisce le parole una per una ma non riesce a seguire lo sviluppo della frase, per cui - arrivato al punto finale - deve ricominciare daccapo la scoperta...Nel mondo odierno, che si regge sulla COMUNICAZIONE, chi non ha la padronanza della scrittura non può esercitare un qualsiasi potere. Interpretare leggi e regolamenti - sempre redatti in quel gergo che si chiama "burocratichese" o "politichese" - riesce difficile persino a gente ben istruita.
Il "carisma" dell'illetterato è un'utopia! Quanti sindaci hanno letto, studiato e capito lo statuto del proprio Comune? Provate a fare un'inchiesta sul tema...
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 23-Gen-2011, 19:39
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Vorrei proporre un gioco, o meglio un indovinello ai Sindaci che seguono questo forum, che siano SANCULOTTI o no. Indovinate da quale documento sono state tratte le due frasi seguenti:
> Il Comune promuove lo sviluppo ed il progresso civile, sociale ed economico della propria Comunità ispirandosi ai valori ed agli obiettivi della Costituzione.
> Il Comune persegue la collaborazione e la cooperazione di tutti i soggetti pubblici e privati e promuove la partecipazione dei cittadini, delle forze sociali, economiche e sindacali alla amministrazione.
.
Sono frasi solenni nella loro concisione ed esprimono la necessità d'una dedizione sacra, quasi quella del buon padre di famiglia, al servizio del bene pubblico: è facile indovinare da dove vengano. Perciò tutti coloro che daranno in questa sede la risposta giusta riceveranno, anche se non sono sindaci, una caramella succhiata in premio.
Si potrebbe porre un'altro quesito: "Quanti di coloro che conoscono queste frasi per averle lette si sono adoperati per metterle in pratica"? Sarò pessimista e vorrei essere smentito, ma credo che pochi le abbiano lette, pochi le abbiano capite e quasi nessuno le abbia attuate.
 
PMEmail Poster
Top
 
cesaremortola
Inviato il: Martedì, 25-Gen-2011, 18:47
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 5
Utente Nr: 285
Iscritto il: 17-Gen-2011



L'istruzione è una bella cosa ma un foglio che la sancisce non è direttamente proporzionale alle capacità intellettuali individuali il problema del nostro paese è un'altro, è che ci sono persone che hanno scambiato la cosa pubblica come un privilegio o come una dispensa da saccheggiare o come un 'oasi nella quale oziare ; secondo me non si dovrebbe fare politica di mestiere e non si dovrebbe fare più di due mandati consecutivi ; poi te ne stai a lavorare per l' altrettanto tempo che hai coperto ruoli istituzioneli idem per il pubblico impiego, poi se hai ancora voglia e tempo per dedicarti al pubblico o ricopri una carica superiore od una inferiore a quella che hai lasciato oppure te ne stai a casa .
 
PMEmail Poster
Top
 
SPQI
Inviato il: Martedì, 25-Gen-2011, 22:30
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



Scusate se intervengo solo ora.

In una repubblica democratica chiunque si può candidare per costituzione, senza distinzione di censo, grado d'istruzione, sesso, religione, età.

Sono molto più preoccupanti gli elettori ignoranti ed analfabeti ma, come si dice, ciascuno ha il governo che si merita.

Forse, ciò che non dovrebbe essere consentito è l'incompetenza della burocrazia, l'ignoranza dei tecnici, l'incapacità di chi fa funzionare la macchina pubblica.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 02-Feb-2011, 19:40
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Al mio autorevole interlocutore SPQI, che difende a spada tratta l'eleggibilità universale, voglio presentare un altro esempio (dopo quello della bocciatura generale degli aspiranti vigili). Ho scoperto - leggendo "I segreti del Vaticano" di Corrado Augias - che, tra molti altri requisiti, gli aspiranti Guardie Svizzere devono possedere almeno un certificato di capacità professionale od una maturità di scuola media superiore. Il tutto per poter fare "le belle statuine" impugnando l'alabarda. Invece in tutta l'Italia, nella quale lo Stato della Città del Vaticano è incastonata, per diventare sindaco d'un Comune - quindi d'un consorzio umano variegato, numeroso ed oggi spesso molto disomogeneo (quindi problematico), basta essere abbastanza abili da farsi eleggere, anche senza avere requisiti minimi d'istruzione. Lo sanno i sindaci quali e quante responsabilità si accollano cingendo la fascia tricolore?
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 2.7056 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]