Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Grillo e la Liguria, Il mugugno incattivito nella politica
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Girumin
Inviato il: Lunedì, 27-Ago-2012, 11:36
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Da qualche tempo in qua il non più divertente comico impazza sulle piazze, nei blog, ovunque. E raccoglie i consensi dei bastian contrari, degli illusi, di tanti altri.
Ha mai detto qualcosa a favore della Liguria, lui genovese? Mi sembra proprio di no, ma lo seguo con un occhio solo e potrei sbagliarmi. Di tanto rumore che cosa rimane? Forse solo lo scompiglio tra gli altri saltapasti e la cattiva immagine del "mugugno", che invece nella sua forma originale è simpatico.
Dite la Vostra, chè ho detto la mia.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Martedì, 28-Ago-2012, 10:18
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Lui è comico, ed è il suo compito svegliare la gente e portarla fuori dalla nebbia di morfeo, non è che disprezzi Genova (Zena) quando parla dell'aria (spirituale) di questa città, lo fa con una gran dose d'amore, le cose più importanti sono da leggersi tra le righe....
Ma è alquanto chiaro, se parla di politica, di governi , quello attuale compreso, non si può nemmeno più scherzare, è soltanto tristezza e ...... (vi invito ad aggiungere l'espressione adatta mentalmente), nemmeno un comico come lui riesce più a fare una piccola, modesta risatina.
L'attuale situazione, nella sua tristezza , non lascia nemmeno più spazio al mugugno, solo alle lacrime di rabbia.....! E dico qui, la colpa di questo disastro socio economico non è genovese, ma Genova è particolarmente colpita, anche per una diffusa e poco comprensibile ligurofobia panitaliana. Probabilmente però, le uniche proposte valide veranno proprio da questa città medaglia d'oro della resistenza!
Vi consiglio vivamente seguente libro: 30 giugno 1960 La rivolta di Genova nelle parole di chi c'era .Di A.Benna L.Compagnino Fratelli Frilli Editori, isbn9788875631178
Entro, non perdo ogni speranza e vado a rinnovare mio abbonamento per il treno regionale (Chiasso - Sturla)
allegri !
 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
Girumin
Inviato il: Lunedì, 15-Ott-2012, 17:23
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Caro Navegna,
se Grillo avesse ragione non avrebbe bisogno di ricorrere all'usuale sua oratoria (si fa per dire!) becera, volgare, aggressiva, e soprattutto fastidiosa. Non é più "mugugno", bensì una sua volgare degenerazione.
Quanto alle sue idee (si fa per dire!) non discuto: lo aspetto alla verifica elettorale. Hai presente quell'aforisma orientale: "Se hai un nemico (si fa per dire!) siediti sulla riva del fiume: un giorno o l'altro vedrai passare
con la corrente il suo corpo inerte" ?
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Martedì, 16-Ott-2012, 10:32
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Caro Girumin,
non credo che la mia filosofia sia un segreto, ed un paio d'anni fa, avrei pienamente condivuso le Tue righe, purtroppo la mia esperienza politica mi ha data una dura e spiacevole lezione.
Il linguaggio è cambiato, sarebbe meglio parlare di linguaccio, e questo anche per colpa del culto della televisione, divenuto strumento anticulturale e promotore d'una primitività spaventosa.
Non è più possibile spiegare un concetto oppure una visione che parli di pluricausalità, domina il pensiero lineare monocausale.
Nelle discussioni pubbliche bisogna , per forza , evitare frasi con più di 5 o 6 parole, sono troppo lunghe per essere recepite interamente e non esistono più sfumature, solo bianco- nero.
Non ci si può nemmeno più permettere un discorso educato, senza le "parolle do gatto" non ascolta più nessuno o quasi. Non credo d'esprimermi in maniera estremamente ricercata, ma purtroppo sono già spesso incompreso per la "complessità" del mio pensiero.
Che dire: Ho lasciato la politica, non ne potevo più, e Peppe Grillo, se vuol smuovere le acque, non ha altra scelta che diventare ancora più aggressivo e più penetrante (fra altro, in vita privata non parla così), perche se dovesse prendere Tuo consiglio, tutti direbbero: Guarda lì, fa un c.... e prende il sole.
La volgarità "normale" mi da parecchio fastidio, sono del 60, Tu hai qualche anno in più, e ti capisco benissimo, questa triste e povera "normalità " offende qualcosa in noi.
allegri.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 19:51
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Per fortuna i "media" non danno grande spazio al turpiloquio forsennato del tuttologo Grillo per il quale il simbolico bicchiere é sempre e solo mezzo pieno di liquidi ripugnanti. La sua drammatizzazione poteva far indignare qualcuno all'inizio, ma a lungo andare disgusta molti. Vedremo quante allodole prenderà con i suoi specchietti!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 10-Mar-2013, 20:18
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Gli "indignados" italiani hanno avuto successo. Un'armata Brancaleone di novizi che sanno che cosa non vogliono occuperà
Le aule sorde e grige del Parlamento e del Senato portandovi una simpatica nota di colore e di strepito. Bravo Grillo e barvo elettorato!
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 13-Giu-2014, 11:53
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Saranno lodevoli le intenzioni di Grillo, ma la sua oratoria (sic) rimane sempre sgradevole e la condotta parlamentare dei parlamentari (dalle stalle alle stelle..) suoi accoliti diventa sempre più tortuosa ed imprevedibile. Chi cerca di pensare ed agire con le proprie meningi viene censurato aspramente, chi segue
pedissequamente gli ukase che piovono dalle segrete stanze scampa le censure
e chi parla prima di avere pensato probabilmente trionfa. La rappresentanza parlamentare è lo specchio dell'armata Brancaleone dell'elettorato che l'ha eletta. Se dietro la gazzarra si cela un'ideologia sarebbe opportuno non esportarla; men che meno in Inghilterra, patria della compostezza e dell'equilibrio politico. Basta Grillo!
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 0.6596 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]