Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Piano-casa, Ipotesi
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 25-Mag-2012, 15:45
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Cari Amici,
Vi segnalo un articolo interessante sul tema che c'interessa, leggibile al link:
Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!

 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 01-Lug-2012, 18:51
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Con rispetto parlando del "governo tecnico" tanto discusso (non da me!) esprimo un parere entusiasta sul suo provvedimento recente di defiscalizzare fino al 50%
(invece del 36% finora in vigore) il carico d'imposte sulle licenze edilizie (non ho capito se tutte le tipologie o solo la ristrutturazione che é la più colpita). Credo che
sia ben più efficace del tanto strombazzato e proteiforme "PIANO-CASA". Questo
rimarrà probabilmente in vigore fino alla scadenza naturale, prossima ma non imminente (perché nacque proprio come provvedimento a termine).
In definitiva - e torno all'iniziale "con rispetto parlando" - i "Tecnici" avrebbero scoperto l'acqua calda, ciò che non era riuscito - perché presumevano di saper fare molto di più - al precedente governo di sottili ed infallibili menti politiche ed al suo codazzo di governanti regionali.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 23-Ago-2012, 18:46
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Ho letto con sconcerto l'annuncio giornalistico della vendita d'una mega-villa sarda da parte del proprietario-magnate. Motivo del mio sconcerto il trovare tra le caratteristiche del faraonico immobile anche la specificazione che può usufruire del disposti del piano-casa. Provo a fare un'ipotesi: superficie coperta 600 mq (è una mega-villa, tipo Certosa!), ampliamento concesso altri 120 mq. Il povero proletario che acquista potrà così dare spazio anche agli eunuchi nel gineceo!
Morale: un provvedimento pensato, elaborato ed approvato per favorire le famiglie del ceto medio-basso in espansione numerica, comporta vantaggi anche a magnati che vendono e magnati che comperano mega-ville. Amen.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Lunedì, 22-Ott-2012, 19:25
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Del piano-casa non si occupa più nessuno: forse é andato in prescrizione, almeno in qualche regione dove i governanti non hanno avuto l'avvertenza di rilanciarlo.
Certo che ad ooltre tre anni e mezzo dal suo lancio sarebbe ora che qualcuno cominciasse a parlare di consuntivi. Forse i maghi che l'inventarono ritengono opportuno nascondersi. Gli altri stanno a guardare scettici. Come me.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Martedì, 23-Ott-2012, 08:13
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Primache non cambi profondamente la politica da cleptocratica antisociale a sociale ed onesta, qualsiasi speculazione in questo ambito è sogno fantasioso senza il minimo legame con la realtà, e questo non vale soltanto per l'Italia. In un contesto di ultraliberismo asociale ed autoritarista, solo pensare ad un piano casa sociale è puro delirio.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Sabato, 27-Ott-2012, 12:14
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Che pessimismo, caro Navegna! Non siamo arrivati all'epigrafe tombale della discussione sul piano-casa lanciato dal Governo Berlusconiano, autodefinitosi liberale, e fallito miseramente. Prevedeva anche disposizioni di sostegno finanziario per agevolare l'accesso alla casa di proprietà da parte dei giovani intenzionati a "metter su" famiglia. Si è sviluppato, invece, come guazzabuglio di leggi regionali complicate e creatrici di confusione a vantaggio dei soliti, avidi manovratori. In Liguria il mercato immobiliare é drogato dalle residenze secondarie
la cui resistibile invasione ha depauperato l'ambiente ed ha gonfiato i prezzi.
Il più efficace strumento di socialità - secondo me - é qualsiasi provvedimento che realizzi un ridimensionamento drastico dei prezzi delle case. Che poi si produca un danno alla vasta e variegata categoria dei proprietari di residenze secondarie che vedono deprezzate le loro case é inevitabile e d'importanza secondaria.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Domenica, 28-Ott-2012, 10:43
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Caro Gurumin, non sono mica pessimista, vedo la realtà, sia qui, sia in Liguria, e deduco che ci si impegna, in malafede, a riservare i terreni a persone e gruppi molto facoltosi e vedo anche che la partenza dei non milionari è ben vista..... e concludo che per arginare il fenomeno delle seconde , terze.... e decime case serve un solo istrumento, una specie d'imo da devolvere sotto impegno sociale diretto e non delegabile, pesa uguale sul semplice operaio come sul capo d'una grande azienda , ma diventa assolutamente insopportabile al proprietario d'una quinta casa, e questo fermerebbe subito la richiesta artificiale di terreno ed il rincaro, ma non ostacolerebbe il cittadino con risorse modeste. Il semplice rincaro artificiale mediante ulteriori tasse monetarie sarebbe una mossa socialdarvinista, che non condivido assolutamente. Non mi piaciono assolutamente le artificiali ed artificiose isolette per milionari, e parlo d'esperienza propria..... sono circondato da secone case.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Giovedì, 27-Dic-2012, 19:38
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



D'accordo, caro Navegna! La discussione dal Piano-casa si rivolge ora all'IMU, che é il massimo problema per i proprietari immobiliari. Mi preme quindi additare all'attenzione dei lettori la questione degli estimi, quindi anche dell'attività della "Agenzia del territorio" ossia CATASTO.
L'IMU viene calcolata ora su rendite catastali virtuali che derivano dalla
ripetuta gonfiatura di estimi stravecchi, molto spesso inadeguati per eccesso. Non mi soffermo sul fatto che le abitazioni dei cittadini iscritti all'AIRE -ossia residenti all'estero- vengono considerate ora secondarie e tassate come tali con esultanza dai Comuni. Sembra si voglia -in definitiva- indurre gli emigrati a staccarsi dai luoghi d'origine vendendo le loro case. In cambio ogni comune ne ricava un beneficio risibile.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Mercoledì, 24-Apr-2013, 19:02
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Il senno di poi dovrebbe avere la funzione fondamentale di aiutare a non ripetere gli errori. Su questo siamo indubbiamente tutti d'accordo a parole: nei fatti, invece, ben pochi hanno l'onestà intellettuale di ammettere d'aver sbagliato e di non perseverare nelle corbellerie. Faccio questa premessa per presentare quanto segue. L'idea-base del piano-casa era valida: usando agevolazioni fiscali e normative come invito a spendere risparmi nelle migliorie alle abitazioni di proprietà si contava di avviare centinaia di migliaia di cantieri che avrebbero dato lavoro ad altrettante piccole imprese. Questo era, in embrione, lo scopo non tanto recondito e molto lodevole esplicitato. La legge, uscita dal Parlamento nazionale già pasticciata, passò ai Consigli Regionali per essere adattata alle realtà locali senza che la Conferenza Stato-Regioni avesse stilato un apposito regolamento di attuazione. Così ogni regione si dotò della propria, particolare legge sul piano-casa ancora più pasticciata perché elaborata in modo da non compromettere le rendite di posizioni acquisite nei singli ambiti provinciali e comnali dalle imperanti cupolette consolidate. A seguire, la celebre, impareggiabile attitudine italica alla interpretazione acrobatica di testi già ambigui ha completato lo scempio e decretato il naufragio d'una buona idea. Stiamo a vedere se i nuovi capintesta avranno l'ispirazione del...senno di poi.
 
PMEmail Poster
Top
 
navegna
Inviato il: Venerdì, 26-Apr-2013, 10:21
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 85
Utente Nr: 240
Iscritto il: 30-Ago-2010



Girumin, condivido il Tuo pensiero e proporrei che tutte le leggi debbano essere approvate da allievi della 3. o 4. elementare, dovrebbero essere redatte in una lingua corretta ma semplice e di immediata comprensione e non interpretabile.
Dietro la complicazione e gonfiatezza dei testi di legge si nasconde quasi sempre malafede e disonestà.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Domenica, 05-Mag-2013, 16:14
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Il nobile Cavaliere che eleva il populismo a caposaldo ideologico della Sinistra, facendolo proprio, dichiara che "Lo Stato non può e non deve mettere le mani su di un bene privato quale è la casa, importante simbolicamente e materialmente". La sua visione umanitaria della politica l'aveva indotto a lanciare una promessa magnanima quanto temeraria:"Se il PdL vincerà le elezioni aboliremo l'IMU sulla prima casa e restituiremo gli importi pagati a questo titolo nel 2012". Ora, tapino, si trova a dover mantenere la promessa perchè partecipa al governo pur non avendo vinto. Vedremo! Ma per quanto riguarda il mettere le mani sulle abitazioni, primarie o secondarie che siano, i Comuni non si sono mai fatti scrupoli con gli "oneri urbanistici", magari impiegati come arma letale per voti di scambio o solleciti di bustarella. Magari! Non so...Voce di popolo: "Vox populi, vox Dei".
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
  Inviato il: Lunedì, 16-Set-2013, 15:11
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Cari Amici,
qualcosa si muove sempre nel sottobosco legislativo e quando i "media" ne danno notizia il "colto e l'inclita" fanno belle scoperte....troppo tardi.
Vi segnalo ora un articolo del blog "Trucioli savonesi" che accenna alle ultime novità con osservazioni molto interessanti.

La Riforma del Catasto.

Questi signori politici, che da 68 anni fa ad oggi, ci hanno consentito, usando il termine "ristrutturare" e con il tacito consenso delle Banche, di rimodernare con impianti elettrici , idraulici, e una bella mano di colore ..... tutti i nostri centri urbani ; oggi ci dicono che possiamo continuare...... PER DARE LAVORO....a "rimodernarli" senza come sempre, porre MAI a nessuno l'obbligo del "COLLAUDO".

Pare però che qualche Banca Estera si stia ponendo il problema nei riguardi dei nostri Mutui.

I solai di queste case centenarie (e sono molte) dovrebbero sopportare un carico di 250 Kg./mq. (equivalente a un fusto da 200 litri di acqua ogni 80 cm. quadri di solaio) e ritornare, scaricata tutta l'acqua, in modo elastico al livello di prima.

Se ciò non avviene, si ripete l'operazione sino a che non c'è questo ritorno elastico.

Posso assicurarvi che è meglio lasciar perdere, poichè nelle mia lunga esperienza ho visto crollare molti di questi vetusti solai, senza bisogno di "collaudi" programmati.

Non è quindi molto difficile rendersi conto di dove viviamo!

Chi non se ne rende conto (o fanno finta) sono gli estensori dei Piani Regolatori che continuano a considerare "abitabili", sia prima che dopo gli interventi di ammodernamento, queste case, pur vedendole crollare inevitabilmente nei vari terremoti a cui sono sottoposte, senza fare una piega.

La Magistratura ha altro a cui pensare, e quando ci pensa, non riesce a capire di che cosa stiamo parlando (o fa finta).

In questo caos si vuol "Riformare il Catasto"..... BENE !!

Ma può il Dirigente di turno rivalutare degli immobili abitativi che nessun Tecnico "COLLAUDEREBBE" per renderli urbanisticamente "ABITABILI"?

Bisognerebbe rivolgersi agli estensori dei Piani Regolatori comprensoriali, che come tali dovrebbero specificare contestualmente che cosa devono o avrebbero dovuto fare, i proprietari di questi immobili per renderli veramente "ABITABILI" !!

Ma siccome nell'arco di questi ultimi 68 anni, per poterci dotare di circa
30 000 000 (trenta milioni) di posti letto ("letti freddi", n.d.r) in seconde case vuote, i nostri politicanti hanno volutamente trascurato sia il problema dei centri urbani , che il problema del frazionamento alberghiero di cui sono anni che scrivo (vedi su GOOGLE "un futuro ai nostri giovani") ; oggi si ritrovano con gli enormi problemi esistenziali degli Italiani, e non sapendo dove sbattere la testa, si ripropongono di finanziare ancora una volta, sia l'ammodernamento delle strutture fatiscenti site nei centri urbani, che quelle ormai obsolete e inutili delle nostre penose strutture Alberghiere.

Non arrivano così a capire che avendo appunto trascurato, e lasciato al loro assoluto declino, questi due enormi bacini di intervento edilizio per 68 anni, rilanciando in modo esclusivo sia l'altro sconquassante bacino delle "Seconde Case Vuote", che quello pseudo - industriale dai noti e tristi risultati ..... si ritrovano oggi con un territorio talmente devastato da non saper più dove mettere le mani !!

E li vediamo girovagare in televisione senza idee, senza mete, aggrapparsi ai problemi di Berlusconi, alle sparate senza senso di Grillo, alle prese di posizione di Renzi, e al "Forse ce la Facciamo" di Letta.......

Qualcuno ha sentito di una concreta proposta di Lavoro?

Che sia solo io, in tutta l'Italia, ad offrire 400 posti di lavoro determinato, nei due Aparthotel di Spotorno e Bergeggi?

Certamente non ho offerto interventi di riqualificazione alle proprietà Comunali, né altre contropartite economico - sociali, come avviene solitamente con le "SECONDE CASE" o le R.T.A di 38/mq. , e sapendo ormai tutti, che questi interventi danno solo lavoro ad un amministratore e ad un addetto alla pulizia scale, lascio a Voi trarne le dovute conseguenze dopo le risposte degli Amministratori di questi due Comuni.

Nella speranza di sbagliarmi..........

Guido Luccini

Savona 15/09/2013

 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Venerdì, 18-Ott-2013, 18:56
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Prima di elaborare progetti d'una nuova ricetta di cosiddetto piano casa occorrerebbe finalmente mettere un po' d'ordine nel guazzabuglio delle leggi urbanistiche e nel caos del defunto Catasto. Se ne parla e riparla da decenni ma dopo l'informatizzazione del 2007 - che é stata una semplice trasposizione digitale di metodiche e concetti stravecchi - non é stato fatto nulla di strutturale. Basterebbe copiare dai "partner" europei. Sono stati scoperti, mediante strisciate di foto aeree, gli stabili "fantasma" che sono tanti da riuscire quasi ingestibili: devono essere "regolarizzati". Forse i nostri nipoti sotto la sovranità cinese li vedranno regolarizzare.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Martedì, 10-Giu-2014, 15:37
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Sotto la denominazione di PIANO-CASA l'era renziana colloca concetti nuovi, non so. Devo informarmi. Certo è che in qualsivoglia era si continua a percepire l'amaro in bocca rappresentato dalla volontà dissimulata dei legiferanti di sfornare regole complicate ed ambigue
per poter approfittare tutti - dai sindaci illetterati ai dotti furbacchioni - delle molteplici possibili interpretazioni per approfittarne a proprio vantaggio.
 
PMEmail Poster
Top
 
Girumin
Inviato il: Sabato, 06-Set-2014, 18:52
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 338
Utente Nr: 25
Iscritto il: 27-Giu-2007



Sciolgo la riserva espressa (con qualche sgrammaticatura) nell'intervento che precede. Ora credo d'aver capito qual'é lo spunto essenziale del nuovo piano-casa che non si chiama più così e che fa parte delle proposte di "Sblocca Italia".
In fondoé proprio quello che andavo predicando da tempo (non perché sono un genio incompreso, ma perché so che nel mondo civile fuori d'Italia funziona).
Eliminare un balzello ingiusto - gli oneri urbanistici sulle ristrutturazioni - e lasciare che ogni proprietario di casa nella propria abitazione faccia eseguire tutti i lavori di trasformazione, miglioria, adattamento a nuove esigenze abitative senza dover chiedere permessi né pagare oneri, purché non venga accresciuto il volume edificato e siano rispettate tutte le altre regole sulla sicurezza ecc...Si elimina così una sorgente di discussioni e di contenzioso che
ha annegato i TAR, invelenito la gente ed ingrassato gli avvocati; si cancellano i tempi morti della burocrazia; si stimola l'iniziativa di chi ha i suoi risparmi nel materasso e vuole o deve spenderli. I Comuni perderanno un cespite importante, i bustarellari piangeranno e dovranno rimettersi ad inventare qualche trappola nuova. Peggio per loro!
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (10) « Prima ... 7 8 [9] 10  Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 0.5020 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]