Movimento Indipendentista Ligure    Regole generali    Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


 >  Homepage -> CULTURA -> Storia


Garibaldi: massone servo di Sion
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
 
Sabates
Inviato il: Lunedì, 01-Ott-2007, 19:03
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 35
Utente Nr: 67
Iscritto il: 29-Set-2007



Garibaldi: massone servo di Sion

Giuseppe Garibaldi ci è stato presentato come l’eroe dagli occhi azzurri, biondo, alto, coraggioso, romantico, idealista; colui il quale metteva a repentaglio la propria vita per la libertà altrui. Non esiste città d’Italia che non gli abbia dedicato una piazza o una strada. Garibaldi non era alto, era biondiccio e pieno di reumatismi, camminava quasi curvo e dovevano alzarlo in due sul suo cavallo. Portava i capelli lunghi, si dice nel sud, perché violentando una ragazza questa gli staccò un orecchio. Questo signore non era un eroe; oggi lo si chiamerebbe delinquente, terrorista, mercenario. Era alto 1,65, aveva le gambe arcuate e curava molto la sua persona. Fra il 1825 ed il 1832 fu quasi sempre imbarcato intraprendendo viaggi nel Mediterraneo. Nel 1833, durante un viaggio a Taganrog ebbe modo di conoscere dei rivoluzionari che lo affascinarono all’idea della fratellanza umana ed universale e all’abolizione delle classi, idee che si rifacevano al Saint Simon. Cominciò, pertanto, a pensare all’idea dell’unificazione italiana da realizzare con l’abbattimento di tutte le monarchie allora dominanti e la fondazione di una repubblica. Accrebbe codesta convinzione quando incontrò Mazzini nei sobborghi di Marsiglia e, affascinato dalle idee del genovese, si iscrisse alla setta segreta “Giovine Italia”. Nel dicembre del 1833 si arruolò nella marina piemontese per sobillare e per praticare la propaganda della setta tra i marinai savoiardi. Nel 1834 tentò un’insurrezione a Genova contro il Piemonte; scoperto riuscì a fuggire in Francia. Processato in contumacia a Genova, fu condannato a morte per alto tradimento dal governo piemontese. Nel 1835 fuggì in Brasile, considerato una specie d’Eldorado dagli emigranti piemontesi che in patria non trovavano lavoro, ed erano tantissimi; da lì e dalle altre province del nord, ogni anno un milione di emigranti raggiungevano le terre Sudamericane. Fra i 28 e 40 anni Garibaldi visse come un corsaro ed imitò i grandi pirati del passato assaltando navi, saccheggiando e, come dice Denis Mack Smith, si abituò a vedere nei grandi proprietari delle pampas un tipo ideale di persona delle pampas”. Al diavolo la lotta di classe! il danaro era più importante - diciamo noi. A Rio de Janeiro si iscrisse alla sezione locale della Giovine Italia. Nel 1836 chiese a Mazzini se poteva cominciare la lotta di liberazione affondando navi piemontesi ed austriache che stazionavano a Rio. Il rappresentante piemontese nella capitale brasiliana rapportò al governo sabaudo che nelle case di quei rivoluzionari sventolava la bandiera tricolore, simbolo di rivoluzione e sovversivismo. Nel maggio del 1837, con i soldi della carboneria, Garibaldi mise in mare una barca di 20 tonnellate per predare navi brasiliane; non a caso fu battezzata Mazzini. Quest’uomo, condannato a morte per alto tradimento e poi pirata e corsaro nel fiume Rio Grande, è il nostro eroe nazionale; anzi, non lo è più! Ora è eroe della nazione Nord. In Uruguay si batteva per assicurare il monopolio commerciale all’Impero Britannico contrastando l’egemonia cattolico-ispanica. Nel 1844, a Montevideo iniziò la sua vera carriera di massone dopo l’iniziazione avuta con l’iscrizione alla Giovine Italia del Mazzini. In Italia i pennivendoli di regime continuano ad osannare le imprese banditesche del pirata nizzardo offendendo la storia e la dignità delle nazioni Sudamericane. L’indignazione della gente è racchiusa in un articolo di un giornale, il Pais che vende 300.000 copie giornaliere e che così si è espresso il 27-7-1995 a pag. 6: “… Garibaldi. Il presidente d’Italia è stato nostro illustre visitante…… Disgraziatamente, in un momento della sua visita, il presidente italiano si è riferito alla presenza di Garibaldi nel Rio della Plata, in un momento molto speciale della storia delle nazioni di questa parte del mondo. E, senza animo di riaprire vecchie polemiche e aspre discussioni, diciamo al dott. Scalfaro che il suo compatriota (ndr, Giuseppe Garibaldi) non ha lottato per la libertà di queste nazioni come (Scalfaro) afferma. Piuttosto il contrario”. La carriera massonica di Garibaldi culminò col 33°gr. ricevuto a Torino nel 1862, la suprema carica di Gran Hierofante del Rito Egiziano del Menphis-Misraim nel 1881.
Il Grande Oriente di Palermo gli conferì tutti i gradi dal 4° al 33° e a condurre il rito fu mandato Francesco Crispi accompagnato da altri cinque fra massoni. Il mito di Garibaldi finisce quando si apprende che la spedizione dei Mille fu finanziata dalla massoneria inglese con una somma spaventosa di piastre turche equivalenti a milioni di dollari in moneta attuale.
Con tale montagna di denaro poté corrompere generali, alti funzionari e ministri borbonici, tra i quali non pochi erano massoni. Come poteva vincere FrancescoII, se il suo primo ministro, Don Liborio Romano, era massone d’alto grado? Appena arrivato a Palermo, Garibaldi saccheggiò il Banco di Sicilia di ben cinque milioni di ducati come fece saccheggiare tutte le chiese e tutto ciò che trovava sulla sua strada. In una lettera Emanuele II ebbe a lamentarsi con Cavour circa le ruberie del pirata nizzardo “.. Come avrete visto, ho liquidato rapidamente la sgradevolissima faccenda Garibaldi, sebbene - siatene certo - questo personaggio non è affatto così docile né così onesto come lo si dipinge, e come voi stesso ritenete. Il suo talento militare è molto modesto, come prova l’affare di Capua, e il male immenso che è stato commesso qui, ad esempio l’infame furto di tutto il denaro dell’erario, è da attribuirsi interamente a lui, che s’è circondato di canaglie, ne ha seguito i cattivi consigli e ha piombato questo infelice paese in una situazione spaventosa”. Ma erano mille i garibaldini? Certamente. Ma ogni giorno sbarcavano sulla costa siciliana migliaia di soldati piemontesi congedati dall’esercito sabaudo per l’occasione dall’altro massone Cavour ed arruolati in quello del generale nizzardo. Una spedizione ben congegnata, raffinata, scientifica, appoggiata dalla flotta inglese ed assistita da valenti esperti internazionali. La massoneria siciliana, da anni, stava preparando la sollevazione e mise a disposizione di Garibaldi tutto l’apparato mafioso della Trinacria. A Bronte fece fucilare per mano di Bixio i contadini che avevano osato “usurpare” le terre concesse agli inglesi dai Borbone. Ecco chi era il vero Garibaldi! Amico e servo dei figli d’Albione, assassino e criminale di guerra per aver fatto fucilare cittadini italiani a Bronte.
Il socialismo, l’uguaglianza, la libertà potevano anche andare a farsi benedire di fronte allo sporco danaro e al suo servilismo massonico. Suo fine non era dare libertà alle genti del Sud ma togliere loro anche la vita. Scopo della sua missione fu quello di distruggere la chiesa cattolica e sostituirla con quella massonica guidata da Londra. Garibaldi, questo avventuriero, definiva Pio IX “…un metro cubo di letame” in quanto lo riteneva - acerrimo nemico dell’Italia e dell’unità“. Considerava il papa “…la più nociva di tutte le creature, perché egli, più di nessun altro, è un ostacolo al progresso umano, alla fratellanza degli uomini e dei popoli”, inoltre affermò che: “…Se sorgesse una società del demonio, che combattesse dispotismo e preti, mi arruolerei nelle sue file”. Era chiaro l’obiettivo della massoneria: colpire il potere della chiesa e con esso scardinare le monarchie cattoliche per asservirle ad uno stato laico per potere finalmente mettere le mani sui nuovi mercati, sulle loro immense ricchezze umane, sulle loro ricche industrie, sui loro demani pubblici, sui beni ecclesiastici, sulle riserve auree del Regno delle Due Sicilie, sulle banche. Con la breccia di Porta Pia finì il potere temporale dei papi con grande esultanza dei fra massoni. Roma divenne così capitale d’Italia e della massoneria, come aveva stabilito Albert Pike, designando come suo successore Adriano Lemmi, massimo esponente del Rito Palladico.
Garibaldi rovina della Sicilia

di Angela Pellicciari
 
PMEmail Poster
Top
 
Sabates
Inviato il: Lunedì, 01-Ott-2007, 19:08
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 35
Utente Nr: 67
Iscritto il: 29-Set-2007



Ce ne hanno raccontate di stupidaggini su questa losca figura.
L' italia e' nata per gli interessi di una borghesia professionale senza nessun riferimento con il popolo. E' nata con un atto di forza illegittimo e i suoi eroi in realta' erano solo vili servitori e feroci assassini.
 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
SPQI
Inviato il: Lunedì, 01-Ott-2007, 23:34
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



Ti faccio una domanda, semplice quanto stupida (chido scusa fin d'ora), in merito al titolo del messaggio.

Bisognerebbe mandare via gli ebrei secondo te, dalla Liguria Indipendente?
Bisognerebbe massacrarli tutti per aver unito l'Italia (cosa che anche a me da fastidio ma non per questo vorrei fare una cosa del genere)?
E' solo una citazione senza significati etnici, razziali, religiosi?
 
PMEmail Poster
Top
 
scimun
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 16:25
Quote Post


Attivo
***

Gruppo: Members
Messaggi: 135
Utente Nr: 53
Iscritto il: 31-Lug-2007



nihil novum sub solem stat
sappiamo da mo' che Garibaldi era tutto il contrario di quello che ci hanno raccontato.
peccato che fosse ligurissimo di padre chiavarese e di madre loanese, ahimè, ( però dicono che la povera Rosa Raimondi ne volesse fare un buon prete).
Oltretutto ha messo a ferro e fuoco il sud che non voleva l'annessione al piemonte, mentre è stato zitto di fronte alla svendita di Nizza...per il lombardo-veneto, che se oggi fosse ancora austriaco avrebbe un reddito pro-capite stile emirati arabi..
lasciammoghe zerbo!
 
PMEmail Poster
Top
 
Franco
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 17:29
Quote Post


Patriota Ligure
*****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 439
Utente Nr: 2
Iscritto il: 20-Giu-2007



QUOTE (scimun @ Martedì, 02-Ott-2007, 16:25)
... mentre è stato zitto di fronte alla svendita di Nizza ...

Zitto, zitto, non proprio...

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
 
PMUsers Website
Top
 
Riccardo
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 17:34
Quote Post


Allievo Indipendentista
****

Gruppo: Members
Messaggi: 209
Utente Nr: 9
Iscritto il: 24-Giu-2007



QUOTE (scimun @ Martedì, 02-Ott-2007, 16:25)
Oltretutto ha messo a ferro e fuoco il sud che non voleva l'annessione al piemonte, mentre è stato zitto di fronte alla svendita di Nizza...

In realtà pare che abbia fatto il diavolo a 4 per la cessione di Nizza... di fatto diveniva uno straniero in patria!!! Tuttavia accettò di guidare la spedizione dei Mille per ingrandire il regno di quel V.E.II che (se andiamo a vedere bene) non ha fatto altro che trattarlo a pesci in faccia!!!
QUOTE (scimun @ Martedì, 02-Ott-2007, 16:25)
per il lombardo-veneto, che se oggi fosse ancora austriaco avrebbe un reddito pro-capite stile emirati arabi

Forse anche il Regno delle 2 Sicilie, se non fosse stato annesso al Regno d'Italia oggi avrebbe un elevato reddito pro-capite... nel 1860 (all'epoca della spedizione dei 1000) era il terzo stato più industrializzato d'Europa ed aveva un PIL che era il doppio o il triplo di quello del Regno di Sardegna... poi sono arrivati i "mangiatori di savoiardi", che hanno distrutto tutte le industrie locali per "trapiantarvi" filiali delle industrie del nord.
 
PMEmail PosterMSN
Top
 
draughtsplayer
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 18:22
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 349
Utente Nr: 41
Iscritto il: 09-Lug-2007



Più che dal post, io sono turbato dal titolo.

QUOTE
massone servo di Sion


Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
 
PMEmail Poster
Top
 
R. Embriaco
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 18:47
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 65
Utente Nr: 5
Iscritto il: 22-Giu-2007



chiunque volesse partecipare alla stesura di un "BIGNAMI" ufficiale, degli Indipendentisti Liguri, della storia della Repubblica di Genova dal 1099 al 1814 e avvenimenti ad esso correlati, potrebbe, nella sezione STORIA, scrivere di che periodo può e vuole occuparsi....

...ad esempio io scriverò qualcosa sul periodo Napoleonico e sul mutamento della forma repubblicana oligarchica con quello democratico...1797-1814...

spero sia una iniziativa che vi coinvolga, come sono convinto coinvolgerà tutti quelli che,soprattutto i giovani, potranno così finalmente avere una visione veritiera e completa del nostro passato

salùo
 
PMEmail Poster
Top
 
scimun
Inviato il: Martedì, 02-Ott-2007, 19:16
Quote Post


Attivo
***

Gruppo: Members
Messaggi: 135
Utente Nr: 53
Iscritto il: 31-Lug-2007



è vero.
ma nessuno si è sognato di dargli retta, men che meno a nizza.

è altrettanto vero il discorso sul sud.
non a caso sono emigrati in america in massa, cosa che da noi è successa qualche anno prima, proprio in seguito alle annessioni.
 
PMEmail Poster
Top
 
SPQI
Inviato il: Mercoledì, 03-Ott-2007, 19:58
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



Gradirei un chiarimento, a scanso di ogni equivoco dall'atuore del post, in merito alle sue idee riguardo gli ebrei, qui non c'è posto per razzismo, intolleranza religiosa o ideologia dello sterminio. Grazie.
 
PMEmail Poster
Top
 
askatasuna
Inviato il: Mercoledì, 03-Ott-2007, 20:55
Quote Post


Interessato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 67
Utente Nr: 19
Iscritto il: 26-Giu-2007



E IO PASSO PER RADICALE?
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


PROBABILMENTE HO DISTRATTO UN PO TROPPO IL MODERATORE....
ma lasciamo perdere.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
 
PMEmail Poster
Top
 
SPQI
Inviato il: Mercoledì, 03-Ott-2007, 22:46
Quote Post


Patriota Ligure
******

Gruppo: Members
Messaggi: 957
Utente Nr: 40
Iscritto il: 09-Lug-2007



QUOTE (askatasuna @ Mercoledì, 03-Ott-2007, 19:55)
E IO PASSO PER RADICALE?
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


PROBABILMENTE HO DISTRATTO UN PO TROPPO IL MODERATORE....
ma lasciamo perdere.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

No, se non la finisci passi per scemo.

Ma sì, meglio lasciare stare.

P.s. non mi risulta di essere moderatore se non della parte "
Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
"
 
PMEmail Poster
Top
 
Franco
Inviato il: Mercoledì, 03-Ott-2007, 22:47
Quote Post


Patriota Ligure
*****

Gruppo: Gestore
Messaggi: 439
Utente Nr: 2
Iscritto il: 20-Giu-2007



QUOTE (SPQI @ Mercoledì, 03-Ott-2007, 22:46)
P.s. non mi risulta di essere moderatore se non della parte "
Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!
"

Da gestore di tutto il forum, confermo.
 
PMUsers Website
Top
 
draughtsplayer
Inviato il: Giovedì, 04-Ott-2007, 12:44
Quote Post


Indipendentista
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 349
Utente Nr: 41
Iscritto il: 09-Lug-2007



Mi rifiuto di rispondere a questo topic solo per il titolo.
Fate voi.
 
PMEmail Poster
Top
 
Sabates
Inviato il: Giovedì, 04-Ott-2007, 14:44
Quote Post


Curioso
*

Gruppo: Members
Messaggi: 35
Utente Nr: 67
Iscritto il: 29-Set-2007



QUOTE (SPQI @ Lunedì, 01-Ott-2007, 22:34)
Ti faccio una domanda, semplice quanto stupida (chido scusa fin d'ora), in merito al titolo del messaggio.

Bisognerebbe mandare via gli ebrei secondo te, dalla Liguria Indipendente?
Bisognerebbe massacrarli tutti per aver unito l'Italia (cosa che anche a me da fastidio ma non per questo vorrei fare una cosa del genere)?
E' solo una citazione senza significati etnici, razziali, religiosi?

Guarda la citazione non e' mia, era cosi' dove l' ho presa, e se hai letto il testo ti rendi conto che di ebrei manco se ne parla.
Poi il problema giudaico e' complesso e sottovalutarlo e' molto stupido, il sistema e' il loro, e loro lo gestiscono. Sicuramente avremo modo di parlare di questi argomenti. Ti basti sapere che prendere coscienza di questo (parlo personalmente) non vuole dire assolutamente uccisioni o campi di sterminio ne di odio razziale o chissa' quali altre cose. Ok?
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll  
 
  



[ Script Execution time: 1.6473 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]